Cronaca

Truffati 5 ristoranti: fingevano un malore per non pagare il conto

La tecnica era sempre la stessa, a fine pasto veniva inscenato un malore dovuto agli ingredienti "avariati" presenti nelle pietanze. Finto ricovero in ospedale e conto non pagato

La storica fuga di Pieraccioni & C. ne "I laureati"

Per i ristoranti bresciani si è aggirata nelle ultime settimane una "allegra" compagnia che non ha nulla da invidiare alle giovani canaglie de "I laureati" di Pieraccioni che, alla fine del film, inscenano una gara a bandierina per scappare senza pagare il conto del pranzo.

Spacciandosi per turisti in città ad ammirare Capitolium, Santa Giulia o il museo delle Mille Miglia, cinque "compagnoni" hanno truffato altrettanti locali fingendo un malore dopo essersi abbuffati di cibi bresciani e di vini della Franciacorta.

A rotazione, uno di loro alla fine dei pasti incominciava puntualmente a sentirsi male a causa degli "ingredienti avariati" presenti nelle pietanze. Dopo accuse al gestore del locale, portavano in ospedale l'amico afflitto da nausea e crampi allo stomaco, con la faccia tosta di presentare anche denuncia ai carabinieri per il danno subito. Naturalmente, dopo poche ore di ricovero e di guarigioni miracolose, il malato veniva dimesso.

Ad accorgersi della truffa sono stati gli agenti della caserma di piazza Tebaldo Brusato che, incrociando i verbali delle denunce, hanno notato che gli attori (nel vero senso della parola) erano sempre gli stessi; cambiava solamente l'intossicato immaginario. E' poi emerso che, oltre alla truffa del conto non pagato, veniva chiesto un risarcimento in nero al locale, in cambio di insabbiare quanto accaduto per non rovinargli la reputazione.

A conferma del raggiro, anche le analisi dei Nas, che hanno dimostrato come le cucine sotto accusa fossero totalmente a norma di legge dal punto di vista igienico. I carabinieri, intanto, non escludono colpi rimasti ignoti, mentre i ristoranti finiti nel mirino della banda hanno già presentato controdenuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffati 5 ristoranti: fingevano un malore per non pagare il conto

BresciaToday è in caricamento