Cronaca

"Mamma, ho preso il Covid, mi devi aiutare": così le rubano soldi e gioielli

Telefona dicendo di avere bisogno di soldi per le cure in ospedale: truffata una persona anziana

Foto d'archivio

Finge di essere la figlia, telefona dicendo di avere il Covid, di avere bisogno di soldi e che doveva vendere tutti i suoi gioielli: "Un mio amico passa a prenderli dopo, non preoccuparti". E' l’ennesima vigliaccheria ai danni di un'anziana, la quale – preoccupata per le condizioni di salute della presunta figlia – non ha pensato che dall’altra parte della cornetta potesse esserci una truffatrice.

Martedì 24 agosto, la donna, spaventata, ha raccolto tutti i suoi risparmi e oggetti di valore e li ha consegnati in mano al malvivente. Il complice incaricato del ritiro si è dileguato con 2500 euro in contanti, lasciando la signora nel dubbio che il suo contributo non fosse sufficiente. Solo qualche ora dopo la vittima ha pensato di contattare il figlio, che le ha svelato di essere stata vittima di una truffa. Subito è scattata la denuncia ai carabinieri, nella speranza di poter acciuffare i due impostori.

Quello di martedì è l’ennesimo episodio accaduto negli ultimi giorni: la truffa comincia con un’innocua telefonata ricevuta da un familiare: se la persona acconsente, i truffatori riescono a sottrarre ingenti quantità di denaro. La scusa del Covid è una delle più frequenti, ma persistono anche quelle che annunciano guai per il congiunto risolvibile solo grazie a un aiuto in denaro.

Per evitare la diffusione del fenomeno, la Questura ha dato alcuni suggerimenti: al telefono evitare di fornire dettagli sulla propria situazione familiare o finanziaria e consultarsi con un membro della famiglia. In caso di richieste di denaro, si consiglia di chiamare il 112 e di contattare le forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mamma, ho preso il Covid, mi devi aiutare": così le rubano soldi e gioielli

BresciaToday è in caricamento