Cronaca

Brescia tra le città con il più alto livello di affitti in nero

Brescia è nella top ten delle città con il maggior numero di inquilini in affitto in nero. La Cgil imputa le cause alla presenza di molti immigrati e studenti universitari, facilmente ricattabili

La Cgil nazionale ieri diffuso i dati sugli affitti in nero rilevati tramite le proprie sedi in tutta italia. Il maggiore sindacato italiano stima che sono oltre  "1 milione le abitazioni in Italia con affitti in nero: una mole di sommerso che pesa, secondo il sindacato, per circa 13 miliardi di imponibile che ogni anno sfuggono al fisco; l'imposta sul reddito evasa è pari a oltre 3,5 miliardi".

Tra le città in cui gli affitti in nero hanno un notevole peso risulta esserci proprio Brescia che insieme a Vicenza, Napoli, Salerno, Torino, Varese, Firenze, Venezia, Bari, Caltanissetta, Bologna, Pisa, Catania, Milano, Genova a Roma sono nella top ten della classifica stilata dalla Cgil.

"Sono città - afferma Mariani - nelle quali è rilevante la presenza di immigrati extra-comunitari e di studenti universitari fuori sede: categorie facilmente sfruttabili".

I numeri del sommerso messi in luce dalla Cgil sono stati ricavati incrociando i dati dell'agenzia del Territorio, secondo i quali sono 3,8 milioni le unità immobiliari locate 'in chiaro' e 4,3 milioni le famiglie che dichiarano di essere in affitto. Da qui, alla Cgil risulta che "mancherebbero all'appello mezzo milione di abitazioni alle quali bisogna aggiungere i finti comodati, le locazioni estive e gli stranieri irregolari".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia tra le città con il più alto livello di affitti in nero

BresciaToday è in caricamento