Cronaca

"Siamo nelle vostre strade": arrestati due sostenitori dell'Isis

In manette un tunisino di 35 e un pakistano di 27 anni: arrestati dalla Polizia di Stato di Milano perché accusati di terrorismo internazionale e istigazione alla violenza. I dettagli dell'operazione

Uno di loro si augurava così tanto lo Stato islamico di Roma che ci aveva pure creato un account Twitter: nome utente @frances22792918, nome pubblico del profilo Islamic_State_in_Rom, con qualche perdonabile errorino anglofono – nel finale mancava la 'E'. Un profilo utilizzato come 'sponda' per progettare attacchi terroristici in tutta Italia, nei luoghi simbolo del Belpaese.

E così è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato di Milano – nelle prossime ore i dettagli dell'operazione – un tunisino di 35 anni, accusato di associazione con finalità di terrorismo internazionale. Con lui anche un giovane complice, un ragazzo di 27 anni originario del Pakistan.

I due risultavano residenti (anche) a Brescia, collaboravano all'ipotetica progettazione di attacchi terroristici, si facevano immortalare con foglietti probabilmente inneggianti alla jihad in alcune location simbolo come il Duomo di Milano, il Colosseo di Roma, ma pure a fianco di automobili della Polizia, uffici pubblici, autostrade.

Tra i loro 'pallini' anche le bandiere dell'Expo. Per il momento sono stati entrambi arrestati, poi dopo si vedrà. Non solo terrorismo tra i capi d'accusa, ma anche istigazione alla violenza e tentativo di eversione dell'ordine democratico. Tutti e due si sono detti accaniti sostenitori dell'Isis. Già tenuti d'occhio dagli investigatori, qualche mese fa la loro attività era stata definita “pura propaganda”.

Ecco alcuni dei messaggi: “Siamo nelle vostre strade, siamo ovunque. Stiamo localizzando gli obiettivi, in attesa degli ordini”. In un caso, sotto alla dicitura 'Islamic State in Rome' appare anche una firma, Omar Moktar.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo nelle vostre strade": arrestati due sostenitori dell'Isis

BresciaToday è in caricamento