rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca

“Terrorismo: allerta massima a Brescia. Presenza della Polizia sempre più forte”

Le parole di Vincenzo Roca, il direttore generale del dipartimento di Pubblica Sicurezza della Polizia di Stato. Intervenuto a Brescia per la conclusione del 195mo corso della Polgai

Occhi e orecchie aperti: la provincia di Brescia è un territorio a rischio per il terrorismo internazionale. Parola di Vincenzo Roca, direttore generale del dipartimento di Pubblica Sicurezza della Polizia di Stato, presente giovedì mattina in città in occasione del giuramento dei 200 allievi che hanno frequentato il 195mo corso della Polgai, la scuola di polizia giudiziaria, amministrativa e investigativa.

Nel suo lungo intervento Vincenzo Roca, già in Questura a Venezia e adesso a Roma, ha ricordato di come in ogni caso l'attenzione sia altissima, “perché Brescia è uno dei punti critici sul territorio nazionale per quanto riguarda il terrorismo”.

In provincia, infatti, negli ultimi mesi non sono mancati arresti e segnalazioni nei confronti di vari sospettati che avrebbero potuto mantenere legami e contatti con i terroristi dell'Isis. “La presenza della Polizia sarà sempre più forte, per proteggere la gente da ogni minaccia”, ha proseguito Roca.

Grande festa intanto per gli alunni della Polgai di Brescia: in tutto esattamente 200 agenti, tutti tra i 25 e i 36 anni, e tra di loro anche 14 donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Terrorismo: allerta massima a Brescia. Presenza della Polizia sempre più forte”

BresciaToday è in caricamento