menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoti del 25 gennaio: la spiegazione degli esperti

I movimenti tellurici di questa notte e stamattina sono dovuti ai movimenti della placca Adriatica

Il terremoto di magnitudo 4,9 registrato questa mattina è avvenuto nella zona in cui la placca Adriatica scende sotto l'Appennino, mentre i terremoti avvenuti ieri sera si sono concentrati nella zona del Veronese, dove la placca Adriatica spinge per scendere sotto le Alpi.

Movimenti sismici, sismologo: "Possibili altre scosse"

Entrambe le zone di confine con queste catene montuose sono considerate dai sismologi zone di pericolosità moderata, sebbene vicine a zone di pericolosità maggiore, come quelle nelle quali comincia la catena montuosa.

Sia a causa della profondità, sia perché è avvenuto sulla placca Adriatica, il terremoto di magnitudo 4,9 avvenuto le Reggiano è stato avvertito in una zona molto estesa. La placca Adriatica è infatti caratterizzata da una rigidità che favorisce la propagazione dell'energia.

Brescello, epicentro terremoto: "Danni alla chiesa di Peppone e Don Camillo"
Terremoto a Brescia: evacuati a scopo precauzionale scuole e edifici pubblici
Terremoto al Nord: epicentro nell'Emilia, 4° sisma in 16 anni

Terremoto: Verona chiude le scuole superiori
Brescia: scossa di terremoto nella notte e alle 9.10 di stamattina

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento