menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta il suicidio: lo salva una telefonata della figlia al 113

Ieri sera una Volante è intervenuta nell'abitazione di un uomo, che da tempo soffre di depressione a causa della morte prematura della moglie, in seguito alla chiamata disperata della figlia. Trovato in stato di inconscienza, è stato portato d'urgenza al Civile

Un uomo che aveva ingerito dosi eccessive di medicinali per togliersi la vita, è stato salvato da alcuni poliziotti, ai quali si era rivolta la figlia preoccupata per lo stato depressivo del padre. L'uomo infatti è vedovo e non si è più ripreso dalla morte della moglie.

La figlia ha tentato varie volte di contattare il padre. Poi preoccupata e temendo di non arrivare in tempo a casa del genitore, ha chiamato il 113 raccontando agli agenti che il padre soffre di depressione ed in passato ha tentato più volte il suicidio.


Una volante ha così raggiunto velocemente l'abitazione dell'uomo, trovando la porta aperta. L'uomo era riverso sul letto, privo di sensi, sul pavimento alcune scatole di medicinali. E' ora ricoverato in prognosi riservata agli Spedali Civili di Brescia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Pazienti positivi nell’ospedale no-Covid, chiuso un reparto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento