«A Nicoli 500.000 € da Duzioni», imprenditore arrestato per tangenti

L'ipotesi sarebbe al vaglio dei pubblici ministeri dopo una segnalazione delle Guardia di Finanza. Il versamento della somma di denaro potrebbe far luce sulla provenienza dei 100.000 € in contanti trovati nell'abitazione di Nicoli

Dopo che era emerso che i 100.000 euro in casa Nicoli forse non provenivano dall'imprenditore Giuseppe Locatelli, i pm sono al vaglio di quella che per ora non è ancora una prova, ma - al momento - solo una strana coincidenza.

Circa un mese fa, l'ex assessore pdl Massimo Ponzoni è stato arrestato per le presunte tangenti da Filippo Duzioni, imprenditore che si occupava dello sviluppo e costruzione di centri commerciali in Brianza.

Da quelle indagini, la Guardia di Finanza ha scoperto che società riconducibili a Duzoni avrebbero versato circa mezzo milione di euro a Franco Nicoli Cristiani quando era era assessore al Commercio in Regione.

Tra il 2009-2010, Duzoni ha versato - nello specifico - 168 mila euro per saldare delle fatture emesse da una società di Nicoli per l'«acquisto di attrezzature per la degenza offerte in donazione alla riabilitazione dell'ospedale di Brescia»; 214 mila «in parte riferibili a "contributi elettorali" dichiarati»; «10.000 al Pdl per partecipazione cena di gala per Formigoni»; «15.000 euro al mandatario elettorale del candidato Marcello Raimondi (attuale assessore regionale all'Ambiente)»; 8 mila euro di «spese per cocktail di premiazione».

A questi versamenti, dati come accertati, si aggiungono - nel 2008 - 100 mila euro in 20 assegni circolari da 5 mila l'uno. Per i giudici, la causale d'acquisto "immobili", non sembra avere corrispondenza nella società «formalmente interposta per giustificare l'uscita di ingenti somme in contanti».

Nicoli, che ieri è stato interrogato per oltre 4 ore, ha continuato a dichiarare che quei soldi sono di sua proprietà e non il frutto di tangenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento