rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Scuole materne, Arcai: "Nessun bambino resterà a casa"

"Ritengo doveroso - scrive Arcai - incontrare le famiglie dei bambini che per la prima volta si avvicinano al sistema scolastico cittadino. Per questo riceverò le famiglie e i rappresentanti delle scuole"

In un comunicato, l'Assessore all'Istruzione Arcai ha voluto ribadire la sua disponibilità verso i genitori che intendono iscrivere i propri figli nelle scuole dell’infanzia cittadine, dopo le polemiche scaturite dal taglio di 100 posti in 4 istituti: "Occorre una doverosa precisazione riguardo alla chiusura delle iscrizioni in alcuni plessi, precisamente le scuole: Gallo, Caionvico, Rebuffone e Valotti. In queste scuole tutti i bambini iscritti dalle seconde classi in avanti, parteciperanno regolarmente alle lezioni e non vi sarà alcuna differenza rispetto alle attività dello scorso anno".

“Semplicemente per ottimizzare le risorse e valorizzare le diverse scuole, - continua Arcai - nei plessi di Gallo, Caionvico, Rebuffone e Valotti saranno eliminate alcune classi del primo anno. I genitori che intendevano rivolgersi a tali istituti quindi potranno iscrivere i propri figli in scuole pubbliche comunali o scuole convenzionate collocate negli stessi quartieri senza nessun costo aggiuntivo o particolare diversa procedura".


"Quello che va sottolineato – conclude l’assessore all’istruzione – è che nessun bambino che si rivolgerà alle nostre scuole, indipendentemente dalla sua residenza, rimarrà a casa. Va per altro ribadito, ai genitori non residenti in città che comunque desidereranno far partecipare i propri figli alla proposta educativa del Comune di Brescia, che potranno iscriverli in una delle altre scuole della città."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole materne, Arcai: "Nessun bambino resterà a casa"

BresciaToday è in caricamento