menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brescia, tagli agli autobus: Legambiente attacca la giunta Paroli

"In questa fase con la crisi economica che morde e la benzina a 2 euro al litro c'è bisogno di dare ai cittadini un'alternativa all'automobile in città". La decisione del Comune è "un vero e proprio errore strategico"

"Con i servizi notturni e festivi ridimensionati e la chiusura delle linee 5 e 6 si svilisce la lotta all’inquinamento atmosferico e si riduce il profilo moderno di Brescia. Mentre tutte le città nord europee sono riuscite a trovare un equilibrio tra i servizi delle ore di punta e del centro con quelli della periferia, Brescia adotta soluzioni sbagliate."

- Autobus, il Comune di Brescia fa cassa: tagliate le linee 5 e 6, e corse per 150.000 km

Dopo la decisione di da parte del Comune di tagliare oltre 150.000 km di corse degli autobus, Legambiente Brescia attacca con decisione la giunta Paroli, definendo la politica adottata scellerata, un vero e proprio paradosso, se si considera il fatto che "gli altri comuni lombardi sono impegnati in una lotta senza quartiere per l’abbassamento delle polveri sottili nell’aria (PM10) e per il rilancio della mobilità sostenibile". Insomma, Brescia si distingue, ma nel peggio.

"Proprio in questa fase con la crisi economica che morde - scrivono Dario Balotta, Responsabile trasporti Legambiente Lombardia, e Isaac Scaramella, Presidente Legambiente Brescia - e la benzina a 2 euro al litro c’è bisogno di dare ai cittadini un’alternativa all’automobile in città e sarebbe un grave errore strategico fare i tagli che sono stati annunciati."

"La socialità dei trasporti pubblici - continua la nota - sta soprattutto nella capillarità della rete e nella capacità di offrire un servizio anche sui percorsi poco frequentati ma che assicurano un collegamento con le aree periferiche della città. Prima di tagliare si deve battere la strada della riduzione dei costi di gestione a partire dalla riduzione Di quelli delle consulenze, delle forniture, delle pulizie e della manutenzione dei mezzi."


I tagli del Comune al trasporto pubblico ammonteranno in tutto a 2,7 milioni di euro che, a partire da giugno, significheranno una riduzione di 50mila chilometri all'anno per il servizio festivo dei bus di linea, il taglio delle ultime due corse dopo le 23 del servizio serale, pari a circa 100mila chilometri, e - a partire da settembre - la soppressione delle linee 5 e 6.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, contagi da zona rossa: attesa decisione della Regione

social

Le acque si abbassano, l'antico "castello" riemerge dagli abissi del lago

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento