Sversamenti illegali, campi usati come una discarica: una palude di liquami

Sono tre gli episodi accertati dalle Guardie Ecologiche Volontarie: a Bagnolo Mella è stato denunciato un allevatore. Anche il torrente Garza sommerso di liquami

Montichiari: lo sversamento illegale poi finito nel Garza

Ancora scarichi e sversamenti abusivi nelle campagne bresciane: sono almeno tre gli episodi rilevati in poche ore dalle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Brescia, con il supporto dell'Arcia Caccia. In due casi gli accertamenti sono ancora in corso: a Dello e a Montichiari. Per il terzo episodio, a Bagnolo Mella, è stato invece già denunciato il proprietario del campo.

Si tratta di un allevatore che avrebbe approfittato della forte pioggia di domenica per tentare di smaltire abusivamente reflui e liquami: circostanza vietata quando piove, e rafforzata dal divieto temporaneo, con qualsiasi condizione meteorologica, appena prorogato dall'Ersaf, l'Ente regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste.

Una palude di liquami

I liquami zootecnici sono stati sversati in un'area di circa 10mila metri quadrati, e con apposita “deviazione” (un canale scavato dallo stesso allevatore) venivano lentamente trasferiti verso il torrente Garza, con tutte le conseguenze dal punto di vista ambientale. Il canale abusivo è stato chiuso, e l'agricoltore denunciato.

Episodio simile anche a Dello, dove in un'area agricola di altri 10mila metri quadrati è stata rilevata presenza di liquami con uno spessore di oltre 30 centimetri: quasi due spanne di reflui sversati abusivamente nei campi. Insomma tonnellate e tonnellate di liquami.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il responsabile non è ancora stato individuato. Così come sono ancora in corso gli accertamenti per un altro sversamento illegale di liquami, direttamente nel torrente Garza, in territorio di Montichiari. Solo pochi giorni fa, tra Carpenedolo e Castelgoffredo, altre tre denunce per lo sversamento di gessi di defecazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

Torna su
BresciaToday è in caricamento