Dramma a San Polo: giovane si toglie la vita buttandosi dal balcone di casa

Un ragazzo di 30 anni si è suicidato lanciandosi dal nono piano della 'torre' Tiziano, poco dopo le 6 di martedì mattina. Sul posto due ambulanze, ma per il giovane non c'è stato nulla da fare

immagine d'archivio

Un gesto estremo, dettato dalla solitudine e dalla mancanza di un'occupazione stabile. Sarebbero queste le motivazioni che hanno spinto un ragazzo di soli 30 a togliersi la vita gettandosi in strada dal balcone di casa, sita al nono piano di un grande condominio. La tragica vicenda si è verificata a San Polo, quartiere residenziale di Brescia e ha suscitato tristezza e sgomento in tutti coloro che hanno assistito al drammatico  gesto compiuto da un ragazzo vinto dalla solitudine e probabilmente della depressione. 

L'allarme è stato lanciato dai residenti della torre Tiziano, uno dei 'palazzoni' popolari del quartiere, poco dopo le 6 di martedì mattina. Sul posto sono giunti due mezzi inviati dal 112, ma per il giovane non c'è stato nulla da fare. Immediato anche l'intervento degli agenti della squadra Volante della Questura di Brescia, i quali hanno appurato che si è trattato di un gesto estremo.

Il giovane abitava da tempo nel condominio di via Tiziano, dove risiede - in un altro appartamento - anche la madre.  Era rimasto solo pochi mesi fa, quando la sorella, con cui abitava in precedenza, si era trasferita altrove.  Era disoccupato ed insegnava arti marziali ai ragazzini del quartiere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento