Brescia: il cadavere di un uomo in Castello, forse un suicidio

Il corpo senza vita di un uomo non ancora identificato ritrovato nel tardo pomeriggio di domenica, ai piedi del Castello di Brescia nel prato a fianco della galleria Tito Speri. L'ipotesi di un gesto estremo

Il corpo senza vita di un uomo non ancora identificato è stato ritrovato nel tardo pomeriggio di domenica nei pressi di un sentiero ai piedi del Castello di Brescia, nel prato appena a fianco della galleria Tito Speri. Il primo ad accorgersi del cadavere un passante, poco prima delle 17: ha notato ai lati del prato la sagoma di un uomo sdraiato a terra, e che non dava segni di vita.

Sono stati immediatamente avvisati i sanitari del 1118, sul posto con due ambulanze; insieme a loro anche una squadra dei Vigili del Fuoco e una volante inviata dalla Questura. Non è stato facile raggiungere la salma, a causa del rapido imbrunire e della pioggia fastidiosa: circa un’ora più tardi ne è stato constatato il decesso.

Sarebbe precipitato dalle mura ‘basse’, quelle che stanno proprio sotto la Torre dei Prigionieri. Pare che nessuno abbia assistito alla caduta: alla vista di ambulanze e polizia in molti si sono fermati per curiosità, ma tra di loro nessun testimone.

Tocca agli agenti della Polizia di Stato cercare di ricostruire le dinamiche della tragica vicenda. L’uomo trovato senza vita potrebbe essere scivolato, dopo aver perso l’equilibrio. Anche se l’ipotesi più accreditata rimane quella di un gesto estremo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento