Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Strage di piazza Loggia: l'appello previsto per il 14 febbraio

Il ricorso presentato a marzo contro la sentenza del 16 novembre 2010 arriverà in tribunale tra circa quattro mesi. In primo grado gli imputati furono assolti con formula dubitativa. La sentenza fu definita "pilatesca" dai Pm

Il prossimo 14 febbraio prenderà il via il processo d'appello per la strage di piazza Loggia, forse l'ultima possibilità per fare chiarezza sul sangue versato il 28 maggio 1974, quando, durante una manifestazione antifascista, scoppiò un bomba che provocò la morte di 8 persone, ferendone altre cento.

Dopo la sentenza di assoluzione del 16 novembre 2010 in primo grado, con formula dubitativa, di Delfo Zorzi, Carlo Maria Maggi, Maurizio Tramonte, Francesco Delfino, Pino Rauti, lo scorso marzo la Procura aveva presentato ricorso.
Secondo i pm Francesco Piantoni e Roberto Di Martino, infatti, la sentenza di primo grado "conclude estendendo una sostanziale insufficienza di prove, di sapore “pilatesco” a cinque imputati la cui posizione è enormemente diversa sotto il profilo probatorio, con un giudizio che tutto livella nel nulla, che per la prima volta a nulla conduce neanche sotto un piano storico, non fornendo la benché minima indicazione su ipotesi di responsabilità''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di piazza Loggia: l'appello previsto per il 14 febbraio

BresciaToday è in caricamento