Sembra morto ma non è: un (quasi) miracolo in stazione a Brescia

Un uomo riverso sulle fioriere della stazione degli autobus di Brescia: un ragazzo di origini africane che si addormenta dopo aver bevuto un po’ troppo. I passanti lo credono morto, lui improvvisamente ‘risorge’

Ha messo in allarme decine di persone, che lo hanno visto sdraiato a terra, privo di sensi, con la testa all’indietro riverso su di una fioriera della stazione degli autobus. Una scena purtroppo non nuova in Via Solferino a Brescia: la prima ipotesi quella di un malore, magari dovuto ai primi freddi.

Protagonista della vicenda un giovane di origini africane, sulla trentina d’anni d’età. Sono stati i passanti ad avvisare il 118, sul posto con un’ambulanza. In pochi minuti anche una volante della Questura. Ma come in un grezzo miracolo di Natale, il giovane si è svegliato di soprassalto come se niente fosse successo.

Ad agenti e soccorritori ha poi raccontato di essersi semplicemente addormentato. “E’ il mio giorno libero – avrebbe spiegato – e non ho nessuno che mi aspetta a casa”. Ha poi confessato di aver bevuto qualche birretta di troppo.

Per una volta può andar bene così: una piccola ramanzina per lo spavento e l’allarme procurato, poi libero di andare. In fondo anche a Brescia, anche se spesso non sembra, il 25 dicembre è davvero Natale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento