menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Staminali: dopo Celeste, da Catania arriva al Civile la piccola Smeralda

Smeralda, la piccola catanese di 17 mesi in coma per un'asfissia durante il parto, arriva oggi al Civile per riprendere le cure garantite da Stamina Foundation. La madre, Valeria Scordio, "Perché non sperare?"

E' prevista per oggi al Civile la seconda iniezione di staminali per la piccola Smeralda, la piccola catanese di 17 mesi in coma per un'asfissia durante il parto che, come la veneziana Celeste, ha ottenuto, grazie ad un giudice, la ripresa delle cure garantite da Stamina Foundation.

Né da notizia l'Associazione Sicilia Risvegli, che assiste i familiari di pazienti in coma e che oggi ha organizzato un sit-in davanti al nosocomio cittadino.

"Mio marito è partito per Brescia con grandi speranze", lo ha affermato Valeria Scordio, mamma della piccola.

Sull'aereo militare sono saliti il padre della piccola, Giuseppe Camiolo, un medico e un infermiere del reparto di rianimazione pediatrica dell'ospedale Garibaldi dove é ricoverata. "Noi aspettiamo i risultati della cura con grande interesse - aggiunge Valeria Scordo, che è restata a Catania con gli altri due figli: la gemella di Smeralda e un bambino di tre anni - e non possiamo non notare i miglioramenti che mia figlia ha riportato. Il tempo ci dirà se è stata la cura o altri fattori naturali. Ma perché non sperare? In fin dei conti la storia ci ha insegnato che molti 'pazzi' in realtà avevano ragione: pensiamo a Galileo Galilei".

"E' un peccato - chiosa la donna - vedere che esiste il rischio che dei grandi ricercatori possano lasciare il nostro Paese perché non messi in condizione di effettuare nuove ricerche. Qualcuno si dovrà chiedere perché esiste la fuga di 'cervelli' all'estero...".


Sempre per oggi dovrebbe essere presa dal Tar della Lombardia la decisione sui due ricorsi presentati da Stamina e Spedali di Brescia contro la chiusura dell'attività imposta dall'Aifa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento