Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca

Pedina, insulta e minaccia di morte la ex: arrestato

Atti persecutori e minacce a Brescia. Le manette, per lo stalker 55enne, sono scattate nel pomeriggio di martedì: ora è in carcere

Foto d'archivio

Un lungo incubo terminato nel pomeriggio di martedì, quando per il suo stalker sono scattate le manette e si sono spalancate le porte del carcere. Solo allora la donna - da tempo perseguitata dal suo ex compagno - ha potuto scrollarsi di dosso la paura che la attanagliava e le impediva perfino di uscire da sola di casa.

Tutto è cominciato quando la donna ha messo fine alla relazione con un 55enne bosniaco. Lui non avrebbe mai accettato la fine del rapporto, iniziando a perseguitarla. Stando a quanto ricostruito dagli agenti della Squadra Mobile di Brescia, si sarebbe appostato diverse volte sotto casa della ex: l’avrebbe seguita, insultata, minacciata di morte. Non solo: le avrebbe pure sputato addosso. 

Atti persecutori che nell’ultimo periodo pare fossero diventati sempre più pericolosi, tanto da indurre la donna a staccare il campanello del citofono, ad uscire accompagnata da un amico e solo dopo aver verificato l’assenza dell’uomo sotto casa.

In seguito ai numerosi interventi effettuati, e grazie agli elementi raccolti dagli agenti intervenuti, la procura di Brescia ha richiesto un provvedimento di misura cautelare in carcere per il 55enne. Per lui le manette sono scattate martedì pomeriggio, quando i poliziotti lo hanno rintracciato nelle vie del centro cittadino. Ora è a Canton Mombello. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedina, insulta e minaccia di morte la ex: arrestato

BresciaToday è in caricamento