rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

Insulti e minacce alla ex, poi le imbratta anche l'auto: arrestato

Lo stalker è stato pizzicato in flagranza grazie alla segnalazione di un passante

Avrebbe dovuto stare alla larga dall'ex fidanzata dalla quale era ossessionato. Dopo aver perseguitato la donna per mesi, con messaggi e chiamate colmi di insulti e minacce, il questore di Brescia gli aveva infatti dato un ultimatum, intimandogli di interrompere la condotta molesta ed evitare così di rispondere del reato di stalking aggravato.

Un ammonimento - così viene chiamata la misura di prevenzione che garantisce alla vittima una tutela rapida ed anticipata rispetto alla definizione del procedimento penale - che l'uomo, un 50enne di casa in città, non ha però osservato.

Nei giorni scorsi è stato infatti sorpreso mentre imbrattava l'auto della ex dagli agenti del reparto Volanti della questura. I poliziotti sono intervenuti sul posto, un quartiere a Sud della città, dopo la segnalazione di un passante al 112: insospettito dagli strani movimenti dell'uomo vicino alla macchina, aveva richiesto l'intervento delle forze dell'ordine.

Durante i controlli di rito gli agenti hanno accertato che il 50enne, lo scorso febbraio, era stato ammonito dal questore e sono inevitabilmente scattate le manette. A seguito del provvedimento di ammonimento, qualora gli atteggiamenti persecutori non dovessero cessare, si procede infatti d'ufficio e l’arresto diventa obbligatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e minacce alla ex, poi le imbratta anche l'auto: arrestato

BresciaToday è in caricamento