Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Smog: da inizio anno a Brescia 82 giorni sopra i limiti

Continua l'allarme sulla qualità dell'aria respirata nel capoluogo della nostra provincia. Da inizio anno il livello dele Pm 10 ha sforato per ben 82 volte il limite stabilito per la salvaguardia della salute

L'inquinamento dell'aria a Brescia non accenna a calare, anche perché non si ricordano misure prese dall'amministrazione per combattere in modo significativo il fenomeno. Dal 15 al 20 novembre le centraline di Broletto, Villaggio Sereno e Rezzato hanno registrato valori delle Pm10 ben oltre i 50 microgrammi per metro cubo.

Sono dodici i giorni consecutivi di sforamento dei limiti (in almeno tre delle quattro centraline: Broletto, Villaggio Sereno, Rezzato e Sarezzo) che servono per portare al blocco domenicale del traffico. Siamo sulla "buona" strada, dunque.


Intanto è stata pubblicata la classifica di Legambiente sulla qualità dell'aria respirata nelle città italiane. E' Torino quella che soffre di più lo smog: sono 118 i giorni di sforamento del limite consentito per la salvaguardia della salute. A seguirla Milano con 103 giorni e Verona con 98. Questo il podio della qualità dell'aria nei capoluoghi italiani, all'indomani del blocco totale del traffico a Roma e Milano. Ma anche Brescia non sfigura, dato che si piazza a un infelice sesto posto, con 82 giorni di sforamento dei limiti (ma visto che ci sono dei limiti, non c'è anche qualcuno che deve pagare quando non sono rispettati?) .

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog: da inizio anno a Brescia 82 giorni sopra i limiti

BresciaToday è in caricamento