Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Via Milano / Via Eritrea

Escrementi, ratti e spazzatura: sgomberata ex Atb di via Eritrea

Eseguita l'ordinanza di inagibilità firmata dal sindaco Del Bono

Continua a Brescia la politica di contrasto al degrado urbano, dopo lo sgombero dello stabile fatiscente in corso Garibaldi e degli accampamenti dei nomadi sul fiume Mella. Il 20 marzo è stata infatti eseguita un’ordinanza del sindaco del Bono per la chiusura di tutti gli accessi alla ex Atb di via Eritrea, di proprietà della società Regolo Srl.

EX ATB: LE FOTO DELLO SGOMBERO

L’intervento, realizzato da un’azienda specializzata a spese dei proprietari dell’area, si è svolto sotto la supervisione della Polizia Locale.  All’interno, gli agenti hanno trovato 15 persone che occupavano abusivamente la struttura e che, una volta terminate le operazioni, sono state identificate e allontanate.  

Il palazzo era stato controllato nei mesi precedenti dalle unità speciali dalla Locale nel corso di quattro differenti operazioni. Nell’edificio erano stati trovati cumuli di spazzatura, immondizia, escrementi, colonie di ratti e blatte.
Le pessime condizioni igieniche, unite alla mancanza di sicurezza, hanno portato Del Bono, il 4 marzo scorso, a firmare l'ordinanza di inagibilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escrementi, ratti e spazzatura: sgomberata ex Atb di via Eritrea

BresciaToday è in caricamento