Cronaca Centro / Corso Giuseppe Garibaldi

Grave infortunio sul lavoro, ma l'azienda fallisce: rischia di restare senza casa

Foto di repertorio

Nicolò, sua moglie Larysa ed il figlio resteranno nella loro casa, per ora. Folto picchetto di Diritti per tutti e Magazzino 47 martedì mattina nel centro storico di Brescia, in corso Garibaldi.

Il figlio, trentenne, due anni fa ha perso il lavoro in edilizia a seguito di un grave infortunio in cantiere; attualmente è in causa perchè deve ottenere circa 30mila euro per l'ingiusto licenziamento, tfr e retribuzioni non corrisposte. L'azienda di cui era dipendente, adesso è anche fallita. Il padre, che per 45 anni ha fatto il camionista, ora per la crisi non ha più lavoro e, alla sua età, sarebbe anche giusto potersi godere una dignitosa pensione.


Il loro appartamento è di una grande proprietà (possiede l'intero palazzo) che ha rifiutato di aderire al progetto contenimento sfratti proposto dal comune. L'esecuzione è stata bloccata e rinviata al 10 maggio. Ieri invece due sfratti sono stati rinviati per alcuni mesi in via Torino ed in via Gorizia a seguito di accordi con i proprietari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grave infortunio sul lavoro, ma l'azienda fallisce: rischia di restare senza casa

BresciaToday è in caricamento