menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
© ANSA

© ANSA

Tonnellate di pesce scaduto per il mercato bresciano: nei guai un grossista

Merce scaduta, mancata tracciabilità e irregolarità amministrative: multe per 25mila euro.

Oltre 2 tonnellate di prodotti ittici sono state sequestrate in Lombardia dalla Guardia costiera di Venezia, per mancata tracciabilità, prodotto scaduto e mancato rispetto delle procedure di controllo Haccp. In tutto sono state elevate sanzioni per oltre 25mila euro.

Tredici multe. L'operazione è stata coordinata dal Centro controllo area pesca della Direzione marittima di Venezia, in collaborazione con il personale del settore veterinario delle aziende sanitarie locali, alla filiera ittica nelle province di Brescia e Bergamo, compresa la Val Camonica. Sono stati controllati due ristoranti e tre grossisti. Nel complesso le multe sono state addirittura 13.

Sequestri a grossista bresciano. La maggior parte del prodotto ittico irregolare, che è stato posto sotto sequestro, ha riguardato un grossista nel Bresciano. Ricordiamo che l'attività del Centro di controllo area pesca ha giurisdizione sotto la Direzione marittima di Venezia, che comprende tutto il Veneto e le provincie lombarde di Bergamo, Brescia e Mantova.

Fonte: VeneziaToday.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento