menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovati nel baule di un'auto 990 pacchetti di sigarette

Due italiani, un palermitano del 1965 ed un foggiano del 1958, sono stati fermati da una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine di Milano, in servizio a Brescia per un controllo straordinario. Sono indagati per contrabbando

Due italiani, un palermitano del 1965 ed un foggiano del 1958, sono stati fermati da una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine di Milano, in servizio a Brescia per un controllo straordinario finalizzato al contrasto del traffico di droga e dell’immigrazione clandestina, ieri sera verso le 20.50. I due si trovavano a bordo di  una Ford Ka ferma all’incrocio tra via Solferino e via Zima.

L’attenzione degli agenti è stata attirata dal fatto che i due uomini, alla loro vista, si sono istintivamente abbassati, tentando di nascondersi con la testa sotto il cruscotto della macchina. Superati dalla vettura Polizia, hanno messo in moto per allontanarsi. Gli agenti, che ne volevano controllare i movimenti, li hanno seguito per una decina di minuti, per poi fermarli per una verifica.

L’esito dato dall’ispezione è stato positivo: celati nel vano bagagliaio posteriore ben 990 pacchetti di sigarette, suddivisi in stecche e contenuti in due sacchi di cellophane occultati sotto una coperta di pile. Priva di copertura assicurativa, la vettura è stata posta sotto sequestro, così come tutte le sigarette. I due uomini, uno dei quali, il palermitano, già con precedenti di polizia, sono stati invece indagati per contrabbando e condotti in Questura per essere fotosegnalati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Pazienti positivi nell’ospedale no-Covid, chiuso un reparto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento