Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

In ospedale non si accorgono di diverse fratture costali, ora è in fin di vita

Marcella, una giovane senzatetto disabile, era stata ricoverata in un ospedale della città dove non le sarebbero state riscontrate le fratture costali che hanno fatto precipitare la situazione: ora lotta per la vita in un letto del reparto di rianimazione. La denuncia dei Good Guys

Avrebbe dovuto essere una storia a lieto fine. I cinque anni passati a tentare di sopravvivere sui binari della stazione di Brescia, a bordo di una  carrozzina malandata, avrebbero dovuto diventare solo dei brutti ricordi. Per Marcella la vita in strada si era appena conclusa. Grazie agli sforzi dell’associazione Good Guys, che da anni si occupa di prestare assistenza ai senzatetto della città, per la 37enne disabile si erano spalancate le porte di una Fondazione di Mantova.

È lì che Marcella dovrebbe trovarsi ora - non in un letto del reparto di rianimazione dell’ospedale Mantova - dov’è stata ricoverata qualche giorno fa, a lottare per la vita.

La giovane donna ha potuto godere delle cure e dell’assistenza del personale della fondazione solo per pochi giorni: le sue condizioni di salute sono infatti peggiorate fino a precipitare, rendendo necessario il ricovero. Eppure Marcella era appena uscita da un nosocomio bresciano, dov’era finita a seguito di una brutta caduta e dimessa con una prognosi non certo preoccupante.

“Due giorni prima del trasferimento in una casa di cura privata - raccontano i Good Guys - Marcella è caduta ed è stata portata in un ospedale bresciano, dove le è stata diagnosticata solo una micro frattura dell’anca. Così, pochi giorni dopo siamo riusciti a riorganizzarci e a portare Marcella alla Fondazione. Eravamo felici, finalmente poteva ricevere le cure di cui aveva bisogno. Ma, il giorno prima di Pasqua, ha cominciato a non stare bene e i medici non riuscivano a capire da cosa derivasse il malessere. Respirava molto male e i farmaci non funzionavano, così l’hanno fatta ricoverare all’ospedale di Mantova, dove hanno scoperto  parecchie fratture costali, dovute alla recente caduta, che le impediscono di respirare. Al pronto soccorso non si sarebbero accorti di tali fratture, e che respirava con un solo polmone, probabilmente non le hanno nemmeno fatto la radiografia al torace: una povera senzatetto, si sa, è un paziente di serie C".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In ospedale non si accorgono di diverse fratture costali, ora è in fin di vita

BresciaToday è in caricamento