menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa ai danni del Civile, chiesto un anno di carcere per Sergio Pecorelli

Sergio Pecorelli, ex rettore dell'università di Brescia, è accusato di truffa: avrebbe incassato la retribuzione prevista per il ruolo di direttore dell'unità operativa di Ginecologia e Ostetricia del Civile, senza però mettere mai piede in reparto

Avrebbe incassato per tre anni - il 2012, il 2013 e il 2014 - la più che lauta retribuzione prevista dal ruolo di direttore dell'unità operativa di Ginecologia e Ostetricia del Civile, senza però mai 'timbrare il cartellino'.

Secondo l'accusa, nel triennio in cui ha ricoperto tale incarico, l'ex rettore dell'università di Brescia non si sarebbe addirittura mai presentato in reparto, non svolgendo così le funzioni previste dal ruolo.

Nello stesso periodo di tempo, Sergio Pecorelli era in effetti impegnato su più fronti e occupava diverse poltrone: quella di rettore della Statale di Brescia, ma pure quella di Presidente dell'Aifa, l'Agenzia Italiana del Farmaco. Incarico, quest'ultimo, che Pecorelli è stato costretto ad abbandonare (per conflitto d'interessi) lo scorso dicembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Incidente in moto: morto Nicolò Grillo, 26enne di Seregno

  • Incidenti stradali

    Sbaglia la manovra e si ribalta col furgone: è in gravi condizioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento