Cronaca

Terremoto 3 giugno 2012: spiega Istituto Nazionale Geofisica

L'epicentro è la stesso dei giorni passati e si tratta a tutti gli effetti di una replica della scossa del 29 maggio

Durerà a lungo il periodo sismico conseguente alle scosse registrate in questi giorni". Lo ha detto il sismologo dell'Ingv Alessandro Amato. "La scossa di questa sera di magnitudo 5.1 registrata alle 21.20 - ha detto Amato - è avvenuta a 9,1 chilometri di profondità e ha riguardato la zona del modenese già attiva da alcuni giorni dopo l'evento del 29 maggio di magnitudo 5.8".

- Sisma in Emilia: 4 giugno, lutto nazionale. Bandiere a mezz'asta nel giorno del dolore
- Sciame simico in Emilia: il fenomeno della liquefazione dei terreni

Il fenomeno della liquefazione dei terreni


"Da allora quella zona del settore occidentale che comprende un'area di 15-20 chilometri - ha aggiunto l'esperto - si sono registrate tantissime scosse di magnitudo inferiore a 4 e oggi pomeriggio di magnitudo 3.8 e poi stasera di 5.1; l'area dunque è la stessa dei giorni passati e si tratta a tutti gli effetti di una replica della scossa del 29 maggio".

Caratteristica di quella zona rilevata anche in anni passati, ha ricordato il sismologo, è la durata del fenomeno sismico. A distanza di pochi giorni si sono registrate anche punte di 5.8 e il periodo sismico durerà a lungo.

- Brescia, terremoto 3 giugno: paura ma niente danni. Epicentro nel modenese
- Continuano le verifiche post-terremoto a Brescia. Osservate speciali scuole e chiese

Il crollo della torre simbolo del terremoto a Finale Emilia


Terremoto 20 maggio 2012 (fonte: Tg1)


 




 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto 3 giugno 2012: spiega Istituto Nazionale Geofisica

BresciaToday è in caricamento