rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Frode fiscale: in carcere imprenditore bresciano, sequestri per 20 milioni di euro

L'operazione della Guardia di Finanza di Chiari ha portato all'arresto di due persone: un 63enne di Rovato e un 46enne albanese

Un imprenditore 63enne di Rovato, di casa in città, e un 46enne albanese, residente a Trenzano, sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza di Chiari. Pesanti le accuse nei loro confronti: omessa dichiarazione, occultamento della contabilità, illecita compensazione delle imposte dovute e truffa aggravata.

Per il 63enne (M.M. le iniziali) è stata disposta la detenzione in carcere, mentre il 46enne albanese (A.D. le iniziali), che di fatto operava come prestanome dell'imprenditore, è agli arresti domiciliari. Secondo quanto ricostruito dai finanzieri sono responsabili di una frode al fisco di oltre 20 milioni di euro. Oltre alle manette sono scattati i sequestri di beni e conti correnti. Nella mani dei finanzieri sono finite tre case, una moto e disponibilità liquide per circa 27mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode fiscale: in carcere imprenditore bresciano, sequestri per 20 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento