Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Eliseo Papa, Brescia piange un grande architetto

I funerali si terranno lunedì 23 ottobre alle 13.45 nella parrocchia di Santa Maria in Silva, a Brescia.

Il velodromo di Montichiari, la piscina comunale di via Rodi e il PalaLeonessa che nascerà sulle fondamenta dell’Eib. Sono tre progetti locali dei tanti realizzati in giro per il mondo dal grande architetto bresciano Eliseo Papa, scomparso ieri, venerdì 20 ottobre, in città. 

Grande appassionato di sport, e di impianti sportivi, l’attività professionale di Papa era riconosciuta a livello internazionale. Laureatosi in ingegneria civile idraulica a Padova nel 1968, ha iniziato a lavorare nella progettazione di dighe in varie parti del mondo, attività che lo ha portato in Perù (dove partecipa al progetto della diga ad arco-gravità del Mantaro), in Iran (presso il ministero Water & Power, per l’elaborazione del progetto preliminare di una diga ad arco sul Karkeh River) e, nel 1971, a New York presso Lev Zetlin Engineering, lo studio dove è stato progettato il Madison Square Garden. Nella Grande Mela Papa fa esperienza sulle tensostrutture che diventeranno il tema portante della sua attività professionale. Al ritorno inizia la libera professione a Brescia, completando nel frattempo gli studi di architettura al Politecnico di Milano dove si laurea nel 1973.

L’ultimo grande progetto nel quale era impegnato è il recupero dell’Eib. Purtroppo la malattia che l’ha strappato alla vita all'età di 74 anni (da luglio combatteva contro un male) gli impedirà di vederne la fine. I funerali si terranno lunedì 23 ottobre alle 13.45 nella parrocchia di Santa Maria in Silva, a Brescia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eliseo Papa, Brescia piange un grande architetto

BresciaToday è in caricamento