Coltello alla gola, minacce di morte all'anziano: condannato bresciano

Quattro anni di reclusione: questa la condanna del giudice per le udienze preliminari nei confronti di Luca Bono, il 29enne bresciano accusato di rapina e lesioni (a Sassari) insieme alla compagna

Avrebbe minacciato di morte un anziano puntandogli un coltello alla gola, nel più classico dei casi da “o la borsa o la vita”. Niente borsa, ma il portafoglio: pare che insieme alla sua compagna sia riuscito a farsi consegnare circa 200 euro in contanti. Era stato beccato poco più tardi da una Volante della polizia, ma addosso non aveva più nulla. Fu la descrizione della vittima a inchiodarlo.

Inchiodato lui, e inchiodata lei: sono passati ormai tre anni da quell'aggressione, era il novembre del 2013. In manette ci è finito un bresciano, il 29enne Luca Bono, da tempo residente a Sassari: il giudice per le udienze preliminari lo ha condannato a 4 anni di reclusione.

Condannata anche la sua compagna, la 35enne Anna Vandi. Sono loro i protagonisti di quella violenta rapina: l'accusa aveva suggerito anche la denuncia per lesioni. Dopo la rapina, i due si diedero alla macchia: ma vennero presi poco lontani.

L'aggressione sarebbe avvenuta di fronte a uno sportello bancomat. Pare che addirittura un passante avesse ripreso la scena con il suo cellulare: immagini che si sarebbero rivelate utilissime per le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

Torna su
BresciaToday è in caricamento