menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

È morto l'84enne bresciano caduto andando a funghi in Trentino

Dopo una settimana di agonia all'ospedale Santa Chiara di Trento, Dante Tinti non ce l´ha fatta. Pensionato, 84 anni, residente con la moglie Rosa a S. Eufemia, era caduto il 30 settembre mentre era in cerca di funghi in un bosco

Dante Tinti, il pensionato bresciano caduto il 30 settembre mentre era in cerca di funghi in un bosco, è morto dopo una settimana di agonia al Santa Chiara di Trento, l'ospedale era stato ricoverato dopo l’incidente.

Tinti, 84 anni, residente con la moglie Rosa a S. Eufemia in via S. Orsola, era partito da casa la mattina presto per andare in Trentino con la moglie e una delle due figlie. Poi si era incamminato per la Val Daone, dove è caduto in un canalone vicino alla diga di Malga Boazzo, a 1.200 metri di quota.


Originario di Capriano del Colle, ha iniziato fin da giovane a lavorare alla carrozzeria Cremona. A S.Eufemia lo conoscevano tutti per quella vitalità che, nonostante l'età avanzata, lo distingueva in tutto il quartiere. Ancora non si conosce la data dei funerali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento