rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca San Polo / Corso Luigi Bazoli

Furgone come ariete, sfondano la vetrina: svaligiato negozio di telefonia

Cinque uomini in azione, colpo da 20mila euro

Colpo grosso in un negozio di telefonia del quartiere cittadino di Sanpolino. Un commando di ben cinque persone ha letteralmente assaltato il centro "W2 tecno" di corso Luigi Bazoli. Un blitz - a favore di telecamera - che sembra essere stato studiato nei minimi dettagli,  fruttato ai banditi ben 20mila euro. Per metterlo a segno, nella notte tra giovedì 16 e venerdì 17 febbraio, i malviventi hanno rubato un Fiat Ducato - di proprietà proprio di un cliente del negozio - parcheggiato in una via adiacente, per poi usarlo come ariete.

Colpo da 20mila euro

Dopo aver sfondato la saracinesca e la vetrata con il furgone, in tre hanno fatto irruzione nell'attività, mentre il quarto ripuliva la vetrina e il quinto faceva da 'palo' all'esterno. In pochi minuti - tra le 2.10 e le 2.18 del mattino - hanno arraffato costosissimi smartphone, tablet e pc. E nessuno si sarebbe accorto di nulla o udito il boato provocato dallo sfondamento della vetrata: né le persone che abitano nei tanti appartamenti situati sopra il negozio, né quelle che vivono nella palazzina di fronte. Ad accorgersi della spaccata e a dare l'allarme, verso le 2.24, sarebbero stati alcuni addetti della metropolitana di Brescia (la stazione di Sanpolino si affaccia proprio sul centro di telefonia). Pochi minuti più tardi è arrivata una Volante della polizia di stato, ma dei banditi non c'era ormai più traccia: erano già scappati a bordo di un'auto con la refurtiva, mentre il furgone rubato è stato abbandonato sul posto. 

Bandito a volto scoperto

La spaccata è stata ricostruita nei minimi dettagli grazie alle immagini di sorveglianza del negozio, che hanno immortalato pure i volti dei banditi, come ci racconta il titolare Younas Waqas: "Indossavano tutti delle felpe con cappuccio e tre avevano il viso parzialmente coperto dalle mascherine, ma uno di loro ha agito completamente a volto scoperto. Tra l'altro sono sicuro che sia lo stesso uomo che, a fine dicembre, aveva svaligiato il negozio di un mio amico nel quartiere di Borgo Trento. Anche in quell'occasione aveva agito senza coprirsi la faccia ed era stato ripreso dalle telecamere". 

Il centro di telefonia è aperto nonostante i danni, notevoli, alla vetrata d'ingresso che dovrà essere totalmente sostituita: "Per ripararla ci vorranno almeno 5000 euro", conclude amareggiato Waqas.

Due furti in pochi giorni

Pochi giorni più tardi i malviventi sono entrati in azione - alla luce del sole - nel parcheggio situato sul retro del negozio di Waqas. Nel mirino è finito il titolare del bar - tabacchi "Blackout": mentre apriva la porta del locale, ignoti hanno sfondato il vetro posteriore della sua auto e prelevato due scatoloni di sigarette appena ritirate dalla sede dei Monopoli di Stato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furgone come ariete, sfondano la vetrina: svaligiato negozio di telefonia

BresciaToday è in caricamento