rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca

Incubo sulla metro: ragazzo preso a calci e pugni, nessuno lo difende

Terribile aggressione

Grave aggressione lunedì mattina nella metropolitana di Brescia. Poco prima delle 10, un ragazzo di 19 anni è stato minacciato con un coltello alla fermata di Sanpolino, ma è poi riuscito a rifugiarsi sul convoglio in arrivo, una volta apertesi le porte. Per lui, purtroppo, l'incubo era solo all'inizio.

Come spiega il Giornale di Brescia, il giovane è, infatti, stato seguito e accerchiato dai suoi aggressori: secondo le testimonianze, 6 o 7 ragazzi con un'età non superiore ai 18 anni. A quel punto gli sono saltati addosso, iniziando a colpirlo con calci, pugni e schiaffoni, davanti a decine di altri passeggeri (rimasti terrorizzati), nessuno dei quali è intervento a difenderlo.

Alla fermata di San Polo, la baby gang è fuggita facendo perdere le proprie tracce. Sul posto è stata fatta intervenire in codice giallo un'ambulanza del 118 e l'équipe medica ha subito preso in cura il 19enne, trovato col volto tumefatto e sanguinante, a causa di traumi e ferite alla cute.

Sul caso indagano le forze dell'ordine: sono in corso le analisi dei video registrati dalle telecamere di sicurezza, per carcerare di risalire all'identità degli aggressori. Ancora non è noto il motivo del pestaggio: non si esclude che si sia trattato di un tentativo di rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubo sulla metro: ragazzo preso a calci e pugni, nessuno lo difende

BresciaToday è in caricamento