Cronaca San Polo / Corso Luigi Bazoli

Bocconi sospetti nell'aiuola: "Fate attenzione, forse sono avvelenati"

L'allarme lanciato da una clinica veterinaria della zona

Bocconi avvelenati sparsi nelle aree verdi, ma pure lanciati nei cortili e nei giardini: è una piaga che sembra non conoscere fine. L'ultima segnalazione è scattata dal quartiere cittadino di Sanpolino, dove nel pomeriggio di ieri (mercoledì 29 marzo) sono stati trovati dei bocconi di carne cruda che conterebbero veleno. Il condizionale è d'obbligo, almeno finché le analisi di laboratorio - saranno effettuate nelle prossime ore - non confermeranno la presenza di pericolose sostanze tossiche al loro interno.

L'allarme, ancora una volta, è stato lanciato sui social da una clinica veterinaria della zona: "Trovati pezzi di carne cruda presumibilmente avvelenati nell'aiuola del punto Acqua di corso Bazoli ", si legge nel messaggio. Come detto, le esche verranno portate all'istituto zooprofilattico cittadino per gli esami e gli accertamenti del caso. Nel frattempo il consiglio rivolto ai proprietari di cani che vivono nel quartiere è quello di "tenere gli occhi aperti".

Non sarebbe nemmeno la prima volta che nell'aiuola di corso Bazoli vengono scovate esche killer e tra i residenti cresce la preoccupazione, oltre che la rabbia, per un gesto crudele e illegale: secondo il codice penale chi si è macchiato di tale perfidia rischia dai sei mesi ai tre anni di reclusione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocconi sospetti nell'aiuola: "Fate attenzione, forse sono avvelenati"
BresciaToday è in caricamento