Brescia: sgomberato campo nomadi abusivo sul Mella

Otto persone, tutte di nazionalità rumena, sono state identificate e multate dalla Polizia locale, all'altezza del ponte di via Risorgimento

Continua il lavoro della Polizia Locale per la sicurezza sugli argini del Mella. Otto le persone fermate e segnalate, nell’operazione scattata nelle prime ore di sabato 14 giugno, per aver costruito un rifugio di fortuna sui terrapieni a fianco del fiume.  

Gli agenti sono intervenuti, come già altre volte in passato, in corrispondenza del ponte di via Risorgimento, dove otto nomadi di nazionalità rumena avevano costruito un bivacco per passare la notte, ammassando masserizie varie ed effetti personali.

Vista la pericolosità dell’insediamento abusivo, la pattuglia ha provveduto a smantellare totalmente il rifugio e una ditta specializzata ha rimosso tutta la sporcizia. Gli otto nomadi sono stati accompagnati al comando di via Donegani per essere identificati.

A loro carico una sanzione "per aver installato un insediamento fuori dalle aree comunali appositamente predisposte", come previsto dal regolamento di Polizia Locale. Nelle operazioni sono state coinvolte anche tre pattuglie viabilistiche e una squadra della Polizia Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento