"Questa cocaina fa schifo", poi l'aggressione a colpi di bottiglia

Violenta lite in via Milano a Brescia, nella notte tra martedì e mercoledì. Un 43enne è stato ricoverato al Pronto Soccorso con ferite da taglio al volto

"Questa cocaina fa schifo", poi l'aggressione a colpi di pugni e bottiglie rotte. E' successo nella notte tra martedì e mercoledì in via Milano, presso il Ristorante "L’Africano", all'altezza del civico 138. Verso le 1.30, sul posto è intervenuta una volante della polizia, che ha fermato l'autore dell'aggressione, C. M. nato in Senegal nel 1984.

Via Milano: aggredito con un machete
mentre rientra a casa

Secondo il testimone che ha avvertito gli agenti, la lite sarebbe scoppiata all'interno del locale e poi proseguita in strada. C. M. avrebbe aggredito prima verbalmente poi fisicamente un suo connazionale del 1971, in quanto ritenuto responsabile di una vendita di cocaina poi rivelatasi di scarsa qualità.

La lite sarebbe degenerata con l'intervento di altri soggetti non ancora identificati, durante la quale C.M. avrebbe ferito al volto con un coccio di bottiglia il suo connazionale, poi medicato al Pronto soccorso. L’autore è stato deferito in stato di libertà per il reato di lesioni aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento