Aggredito fuori dal tribunale: padre e figlio lo prendono a calci e pugni

La zuffa si è scatenata giovedì mattina poco prima delle 11, in Via Lattanzio Gambara di fronte al tribunale: la vittima è un giovane che sarebbe stato aggredito per una causa di lavoro

Aggredito e picchiato di fronte al tribunale, a quanto pare per una causa di lavoro ancora in corso: questo quanto sarebbe capitato a un giovane operaio giovedì pomeriggio, poco prima delle 11 e in Via Lattanzio Gambara, appunto a due passi dal tribunale di Brescia.

Il giovane è stato prima minacciato verbalmente e poi minacciato fisiacamente, poco lontano dall'ingresso del palazzo di giustizia. Non è dato sapere cosa abbia scatenato la zuffa: sta di fatto che l'avrebbero “attaccato” in due, padre e figlio.

Forse i titolari della ditta con cui il ragazzo sarebbe in causa, ma si tratta soltanto di un'ipotesi. La vittima sarebbe stata comunque colpita con calci e pugni, strattonato finché non gli è stata pure strappata la maglietta che portava indosso.

Per sedare la zuffa si è reso necessario l'intervento di una coppia di militari che stazionavano all'ingresso. Oltre a loro sono intervenuti anche una guardia giurata in servizio e un avvocato, non si sa se conoscente dei tre protagonisti. L'aggressione si è consumata davanti a tantissima gente, decine di testimoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Investita mentre va in pizzeria con la famiglia, muore madre di tre figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento