Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Scoppia la maxi rissa, vola di tutto: fornelli, gambe di tavoli e sgabelli

Almeno 15 i detenuti coinvolti, e diversi feriti tra cui 2 poliziotti ricoverati al Civile: è il bilancio della maxi-rissa di lunedì a Canton Mombello

Maxi-rissa tra detenuti lunedì mattina al carcere di Canton Mombello. Situazione tutt'altro che tranquilla già dalla sera prima, e animi agitati a tal punto da scatenare la zuffa tra oltre 15 soggetti, di nazionalità albanese e marocchina. I detenuti, armati di sgabelli, gambe di tavoli, vari suppellettili e perfino fornelli da campo, si sarebbero affrontati all'interno della sezione detentiva.

Solo l'intervento immediato della Polizia penitenziaria ha evitato che la situazione degenerasse ulteriormente: il bilancio è di due agenti rimasti feriti, ricoverati al pronto soccorso del Civile, e con loro un detenuto. Altri sono stati medicati nell'ambulatorio della prigione per ferite agli arti e lacero-contuse.

La denuncia dei sindacati: "Temiamo altri disordini"

“Purtroppo non è la prima volta che il carcere di Brescia si trasforma in un teatro di battaglia tra bande rivali – fa sapere Calogero Lo Presti, coordinatore regionale Fp Cgil per la Polizia penitenziaria – e purtroppo ad avere la peggio sono sono sempre i lavoratori della Penitenziaria, che nell'intento di ripristinare l'ordine e la sicurezza hanno riportato varie contusioni e ferite”.

“La tensione rimane alta, si temono altri disordini – continua Lo Presti – e per questo vige la massima allerta tra il personale di Polizia penitenziaria al fine di prevenire e reprimere atti violenti. Purtroppo il carcere di Brescia, con tutte le sue limitazioni e carenze strutturali, non risponde più ai canoni di una detenzione moderna, e negli ultimi periodi si è caratterizzato per disordini vari che hanno comportato un serio rischio per i lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la maxi rissa, vola di tutto: fornelli, gambe di tavoli e sgabelli

BresciaToday è in caricamento