Cronaca

Rifiuti e tangenti: l'elenco completo delle persone arrestate

Delle dieci persone arrestate, tra cui il Presidente del Consiglio regionale Nicoli Cristiani, quattro si trovano in carcere e le altre sei ai domiciliari

Delle dieci persone arrestate nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Brescia su un traffico illecito di rifiuti, quattro si trovano in carcere e le altre sei ai domiciliari. In carcere, oltre al vicepresidente del Consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani, si trovano Giuseppe Rotondaro; Andrea David Oldrati, responsabile della Terra verde Srl, una società di consulenza ambientale che collaborava con Pierluca Locatelli, imprenditore nel settore dello smaltimento dei rifiuti, anch'egli destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Ai domiciliari sono stati posti Aurietta Pace Rocca, moglie di Locatelli; Giovanbattista Pagani di Pontoglio, uomo del gruppo Locatelli di Bergamo, definito una sorta di factotum dell'imprenditore; Bartolomeo Beniamino Gregori, responsabile della sezione autisti di una società di Locatelli; Egidio Grechi, consulente ambientale; Walter Rocca, responsabile del trattamento rifiuti di una discarica a Calcilante, nel Bergamasco, e Giorgio Oprandi.


A Nicoli, Locatelli e sua moglie, oltre al traffico illecito di rifiuti, reato che è di competenza della direzione distrettuale antimafia, sono imputati anche due episodi di corruzione. Locatelli, in sostanza, avrebbe dato del denaro a Nicoli Cristiani e a Rotondaro, responsabile degli staff dell'Arpa in Lombardia per essere agevolati nel trattamento e smaltimento dei rifiuti, parte dei quali è finita anche in cantieri dell'autostrada Brebemi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti e tangenti: l'elenco completo delle persone arrestate

BresciaToday è in caricamento