Amore e tenebra: sfruttata dal fidanzato, liberata da un cliente

La storia di una giovane ragazza rumena, di soli 21 anni, arrivata in Italia per cambiare vita e poi invece costretta a prostituirsi (tra Rezzato e Brescia) dal suo fidanzato. Salvata da un cliente che le si affeziona

Una storia d’amore e di tenebra, e che ha coinvolto una ragazza di soli 21 anni arrivata in Italia dalla Romania, forse inseguendo quel ‘sogno europeo’ di cui tanti parlano. E che si conclude dopo anni di sofferenze con una condanna in primo grado a sei anni di carcere, per il fidanzato che per anni l’aveva costretta a prostituirsi.

La giovane finisce il liceo, nel suo Paese. Arriva in Italia, raggiunge i suoi genitori: poi un litigio, lei che lascia la casa. In breve conoscerà un suo connazionale, pochi anni più ‘vecchio’ di lei: una focosa storia d’amore, ma che poi degenera e l’avvicina all’abisso.

La costringe a prostituirsi, la convince con le parole e le minacce. Lei comincia a ‘lavorare’, al confine tra Rezzato e Brescia, sulla strada. Un bel giorno un principio di lieto fine: un cliente che non è come gli altri, che cerca di aiutarla, che si affeziona e che la convince a mollare tutto, a denunciare il suo aguzzino, a lasciare la strada.

Ci vogliono mesi, poi lei trova il coraggio. Insieme vanno ai Carabinieri, denunciano la sua condizione. E in poche settimane il suo aguzzino, un ragazzo di soli 24 anni, viene arrestato. Ora, finalmente, anche condannato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento