menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto © GeaPress

Foto © GeaPress

Remedello, cagnetta percossa e legata. Denunciata una donna

L'intervento delle Guardie Zoofile in terra bresciana per salvare una piccola cagnetta, maltrattata e picchiata, legata a una ringhiera e con segni evidenti di percosse: "Niente cibo né acqua, nessun riparo"

Un altro animale maltrattato, e questa volta in Provincia di Brescia. Le Guardie Zoofile dell’ANPANA sono intervenute a Remedello per salvare una piccola cagnetta denutrita e maltrattata, legata ad una ringhiera e con evidenti segni di percosse e maltrattamenti. Denunciata una donna del paese dopo un’anonima segnalazione.

“Niente cibo né acqua, nessun riparo – si legge sul portale GeaPress – Alla visita veterinaria sono apparsi ulteriori segni di forti traumi da percosse. Il cane, tra l’altro, urinava con evidenti tracce di sangue”. Le Guardie Ecozoofile hanno già provveduto ad istruire le pratiche per l’affido giudiziario, e la povera cagnetta ha già trovato una nuova casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Focolaio Covid in paese: il sindaco chiude tutte le scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento