Cronaca

Discografico bresciano legato e rapinato in casa: arrestati 4 banditi

Si tratta di una banda proveniente dalle province di Bolzano e Piacenza, composta da giovani tra i 22 e i 27 anni

Foto di repertorio

Sono stati arrestati negli scorsi giorni a Bolzano i presunti autori di una violenta rapina avvenuta in città lo scorso 18 dicembre, ai danni di un discografico 50enne.  Quest'ultimo si trovava nella sua abitazione di via Turati a Brescia, quando due banditi gli hanno bussato alla porta fingendosi dei vicini: volto travisato e pistola semiautomatica in pugno, hanno legato ed immobilizzato l'uomo per poi prelevare i preziosi e gli orologi custoditi nella cassaforte, per un valore di 80.000 euro.

La Squadra Mobile di Brescia, diretta dal Vice Questore Aggiunto Giuseppe Schettino, ha seguito le tracce elettroniche dei responsabili e, grazie alle telecamere cittadine, ha ricostruito la rocambolesca fuga dei malviventi, comprendendo che si trattava di forestieri.
 
Gli approfondimenti investigativi hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti di una gang proveniente dalle province di Bolzano e Piacenza, nei confronti della quale sono state emesse 4 misure di custodia cautelare. 

I responsabili materiali della rapina sarebbero il 27enne milanese Nicolò Bartoli, per il quale il giudice ha disposto la carcerazione, e il 26enne trentino Alfredo Tizzani, condannato agli arresti domiciliari insieme al 22enne Marco Vitali, che avrebbe fatto da “palo”. Per gli inquirenti ad ideare e organizzare la rapina è stato il pregiudicato Devid Agazzi: anche lui  è finito dietro le sbarre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discografico bresciano legato e rapinato in casa: arrestati 4 banditi

BresciaToday è in caricamento