Cronaca

Rapina da incubo: David Quilleri legato dai ladri nella villa di famiglia

La rapina nella villa di via Panoramica a Brescia, ai piedi della Maddalena

Foto d'archivio

Un primo maggio da incubo per l'imprenditore 70enne David Quilleri, titolare di gran parte delle sale cinematografiche di Brescia (Multisala Oz e Wiz, cinema Moretto e Sociale).  

Quilleri si trovava in compagnia di alcuni parenti nella villa di famiglia, in via Panoramica ai piedi della Maddalena, quando verso le 23 si è attivato l'allarme perimetrale del giardino. L'imprenditore ha fatto l'errore di aprire una portafinestra per controllare cosa stesse accadendo e - a quel punto - è stato in balia di un commando di 4 banditi dal volto coperto, che lo hanno immobilizzato e legato. 

Subito gli è stato strappato il Rolex dal polso. Quilleri ha poi detto ai ladri di non avere una cassaforte in casa, ma solo contanti: circa 1.500 euro. Nel frattempo il fratello Daniele, che vive nella stessa proprietà, ha chiamato le forze dell'ordine e sul posto sono state inviate diverse Volanti della Polizia di Stato.

I banditi devono aver capito che qualcuno stava avvisando la polizia: prima che arrivassero gli agenti, hanno infatti deciso di svignarsela accontentandosi di Rolex e contanti, facendo poi perdere le loro tracce.

Sul caso sono in corso le indagini della Mobile, che stanno cercando di identificare qualche malvivente dalle immagini raccolte dall'impianto di videosorveglianza. Non sarà facile: vista la modalità della rapina, avvenuta con un astuto stratagemma e senza violenza, si tratta probabilmente di una banda di professionisti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina da incubo: David Quilleri legato dai ladri nella villa di famiglia

BresciaToday è in caricamento