Cronaca

Il badante furioso: picchiava le massaggiatrici per rapinarle

Di mestiere faceva il badante, ma una volta finito il "turno" si dilettava nell'aggredire e rapinare le ragazze dei centri massaggi cinesi. Ha colpito anche a Brescia: arrestato giovane bulgaro di 31 anni

Foto di repertorio

Di mestiere faceva il badante: teneva d'occhio e accudiva gli anziani. Ma una volta finito il suo “turno”, si scatenava: si presentava nei centri massaggi, quelli gestiti da cinesi, fingendosi poliziotto. Magari contrattava sul prezzo: ma soprattutto, rapinava le povere “commesse”. Anche dopo averle picchiate (una di loro è stata portata in ospedale con un forte trauma cranico e contusioni varie).

E' stato beccato dopo alcuni mesi: il badante, un cittadino bulgaro di 31 anni, è stato arrestato accusato di aggressione e rapina a mano armata. Sono almeno due le occasioni per ora “registrate”, a Brescia e Varese: ma potrebbe aver colpito ancora.

A denunciarlo sarebbe stata una delle “commesse” di un centro massaggio cittadino. L'uomo è stato beccato dalla Questura grazie ai tabulati telefonici, anche se il cellulare utilizzato per prenotare gli appuntamenti (prima delle rapine) in realtà era intestato ad un anziano di Catanzaro, a cui faceva da badante parecchio tempo fa.

Proprio a Catanzaro il giovane bulgaro è stato arrestato. Le accuse: aggressione e rapina a mano armata. Le indagini proseguono su più fronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il badante furioso: picchiava le massaggiatrici per rapinarle

BresciaToday è in caricamento