menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina: tiene in ostaggio una cliente puntadole una siringa alla gola

La rapinatrice ha cercato di farsi consegnare l'incasso di una gelateria in via Vittorio Veneto puntando una siringa alla gola di una cliente. La malvivente è stata rintracciata dai carabinieri all'interno della sua abitazione

Rapina alla gelateria "Prima o poi", via Vittorio Veneto, ieri sera verso le 21. Una donna con il volto coperto da una calzamaglia nera, impugnando una siringa ha tenuto in ostaggio una cliente del negozio per farsi consegnare l’incasso.

La cliente, seduta su una panchina all’esterno del locale ed in compagnia di un’amica, è stata afferrata per un braccio dalla rapinatrice che, minacciandola con una siringa alla gola, l'ha condotta all’interno della gelateria e, tenendola così in ostaggio, ha chiesto i soldi contenuti nella cassa.

Disturbata dall’arrivo di altri clienti, la donna ha lasciato andare la vittima e, gettata in terra la siringa, è fuggita entrando all’interno di un palazzo poco distante sulla via.

Gli agenti della Volante, giunti sul posto, appresa la dinamica dei fatti e la descrizione della donna, hanno iniziato le ricerche proprio dal palazzo dove era stata vista entrare e, non trovandola lungo le scale e nell’androne, hanno suonato ai vari appartamenti.

Dall’interno di uno di questi ha aperto loro una donna corrispondente alla descrizione somatica avuta dai testimoni, ma vestita diversamente.
All’interno dell’abitazione, però, adagiati su uno stendi biancheria, i poliziotti hanno notato i vestiti descritti come l’abbigliamento della rapinatrice.

La perquisizione dell’appartamento ha portato al rinvenimento di una scatola di siringhe della stessa marca e modello di quella utilizzata per la rapina (recuperata in strada e sequestrata) e, occultato sotto la televisione,  anche il collant nero, facilmente riconoscibile per via dei fori presenti all’altezza degli occhi e della bocca.

La donna, bresciana del 1963, incensurata, è stata arrestata, in flagranza di reato, per sequestro di persona a scopo di rapina.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento