menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Simone Heida (Fonte: Facebook)

Simone Heida (Fonte: Facebook)

Accoltellato fuori dalla disco, il ragazzo parla dall’ospedale: “Ecco cos’è successo”

Simone Heida racconta la sua verità dal letto del reparto di Seconda Chirurgia dov'è stato trasferito nel primo pomeriggio di lunedì. "Volevo solo mettere fine alla rissa e mi sono beccato una coltellata nella schiena"

Dovrebbe essere seduto tra i banchi dell'istituto Cfp Lonati, come ogni lunedì, invece è steso in un letto d'ospedale a fare i conti con la paura e il decorso post operatorio. Simone Heida è spaventato, pieno di dolori, ma è fuori pericolo: la coltellata che ha ricevuto all'alba di domenica, al termine di una rissa scoppiata fuori dalla discoteca Palace in città, per poco non gli ha perforato un polmone.  

"Non sono più in terapia intesiva, quindi sto meglio", ci dice con un filo di voce, quasi a voler cercare conferme nei nostri occhi. Nelle mani stringe il suo smartphone: deve rispondere alle decine di messaggi ricevuti in queste ore dagli amici che non sono ancora riusciti ad andare a trovarlo in Poliambulanza. Quando lo incontriamo è uscito da nemmeno un'ora dal reparto di terapia intesiva  ed è ancora piuttosto frastornato. Fa ancora fatica a respirare e a parlare, ma ci tiene a raccontare la sua versione di quanto accaduto fuori dal locale di via Berlinguer: le parole grosse, la rissa, la sua camicia zuppa di sangue e poi la corsa in ospedale.

"Io e miei amici stavamo uscendo dalla discoteca  e ci siamo trovati di fronte un gruppo di ragazzi albanesi, dei piantagrane che conosco di vista - racconta il 18enne - e che i buttafuori non avevano fatto entrare nel locale. Erano circa una decina ed in poco tempo è nata una discussione, poi sono volati calci, pugni e spintoni: ricordo che io mi sono avvicinato con l'intenzione di mettere fine alla rissa, insomma per dirgli di smetterla perchè non ne valeva la pena. Poi anche io sono rimasto coinvolto e quando sono riuscito ad allontarmi mi sono trovato con la camicia piena di sangue."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento