Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Svincolo Brescia Est

Da Kabul a Brescia, per venti giorni nascosti sotto un tir

Il viaggio disperato di tre giovanissimi afghani, tra i 14 e i 16 anni, nascosti sotto un camion, e in un vano per gli attrezzi, per inseguire il sogno di una vita migliore. Sono stati scoperti dalla Polizia Stradale, a Castenedolo

Foto di repertorio

Hanno percorso migliaia di chilometri, letteralmente aggrappati alla speranza di una vita migliore. Tre ragazzi tra i 14 e 16 anni, arrivati dall’Afghanistan all’Italia nascosti sotto il cassone di un camion, fermato dalla Polizia Stradale all’autoparco di Castenedolo, in uscita dall’autostrada.

Sotto il camion il primo dei tre, gli altri due nascosti nel vano che contiene gli attrezzi. Sporco di fuliggine, e che respirava a fatica, quasi intossicato dai gas di scarico dell’automezzo, un camion francese che sarebbe dovuto tornare in patria.

La Francia, la terra dei sogni per i tre giovanissimi. In ‘sella’ a quel Tir da 20 giorni: e ancora tre giorni senza mangiare, un giorno intero senza bere nemmeno un goccio d’acqua. Sono stati visitati, lavati e curati: saranno ospitati in un centro d’accoglienza. In attesa di ripartire, dopo aver richiesto asilo politico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Kabul a Brescia, per venti giorni nascosti sotto un tir

BresciaToday è in caricamento