rotate-mobile
Cronaca Via Giuseppe Garibaldi

L’incubo di una studentessa: maniaco la insegue e la importuna per settimane

L’uomo è finito in manette per stalking

Settimane da incubo, quelle vissute da una 20enne di casa in città: a lungo sarebbe stata pedinata e importunata da uno sconosciuto. Un uomo che la giovane studentessa si sarebbe trovata ovunque, ogni volta che usciva di casa per raggiungere l’università, e non solo.

Pedinata per settimane

Uno sconosciuto che l’avrebbe più volte pedinata e importunata, cercando di avere un contatto con lei, rendendole di fatto la vita impossibile. Giorni segnati dalla paura e dall’angoscia: la 20enne - a fine ottobre - si era anche rivolta alla polizia per denunciare quanto le stava accadendo. 

La situazione è degenerata mercoledì, quando l’uomo - oltre a inseguirla mentre si recava all’università - avrebbe tentato di avvicinarsi alla 20enne e poi l’avrebbe ricoperta di insulti. Lei, in preda al panico, si sarebbe rifugiata in un negozio di via Garibaldi, in città. Da lì è scattata la chiamata alla polizia, che è immediatamente intervenuta con agenti in borghese e  in divisa.

La fine dell'incubo

Lo stalker è stato individuato e fermato poco dopo, ma identificarlo non è stato affatto semplice. L’uomo - un 30enne di origine afghana - avrebbe tentato in ogni modo di sottrarsi all’identificazione, scagliandosi contro gli agenti e ricoprendoli di insulti. Per lui sono quindi scattate le manette: per minacce e resistenza a pubblico ufficiale, ma pure per stalking. Processato per direttissima, è stato sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’incubo di una studentessa: maniaco la insegue e la importuna per settimane

BresciaToday è in caricamento