Sesso in bagno per una ricarica: vita segreta di teenager bresciane

Gli inquietanti retroscena a seguito del blitz della Questura di Brescia, al centro commerciale Freccia Rossa: voci non confermate di un giro di prostituzione che coinvolgerebbe anche ragazze minorenni, sesso in bagno in cambio di una ricarica

Retroscena inquietanti ma di cui ancora non si hanno conferme ufficiali. Storie che lasciano il segno, che sembravano lontanissime, da telegiornale. E che invece si consumavano a due passi da casa, al centro commerciale Freccia Rossa. Non solo alcol, non solo droga. Ma un giro di prostituzione anche minorile che a questo punto farebbe rabbrividire.

Se ne è parlato a margine dell’intervento della Questura di Brescia, che ha chiuso le porte in entrate e in uscita per identificare i numerosi adolescenti che ‘bazzicano’ il centro, molti dei quali dediti allo spaccio di droga, al consumo di alcolici in pieno giorno, a furti e goliardie da baby gang.

In tutto 140 identificati, tra cui molti stranieri e in buona parte minorenni. Dietro le quinte, il fenomeno per ora solo presunto della prostituzione minorile. Ragazze giovanissime che si fanno notare, si fanno avvicinare. Vendono il proprio corpo in cambio di qualche piccolo regalo, che sia una ricarica o un acquisto nei negozi della moda.

Gli incontri avverrebbero proprio all’interno del centro commerciale, per essere poi consumati in bagno. Solo voci, qualche sparuta testimonianza raccolta dalle forze dell'ordine. Ma che confermerebbero episodi di sesso orale, e pure rapporti completi. A volte per pochi spiccioli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento