Brescia: madre costringe la figlia di 15 anni a prostituirsi

Una brutta storia di sfruttamento svelata dalla Locale di Brescia: in manette una donna dominicana che faceva prostituire la figlia in un appartamento non lontano dal centro

Anche Brescia scopre il suo scandalo sessuale. La (brutta) storia di una ragazzina di soli 15 anni, costretta a prostituirsi in appartamento. E a costringerla a ridursi così non è un 'magnaccio' qualsiasi, un ‘pappone’ come tanti, ma addirittura sua madre.

La piccola sarebbe stata liberata grazie all’intervento della Polizia Locale. L’hanno trovata in un appartamento non troppo lontano del centro, sono risaliti a lei grazie ad un controllo incrociato, partito da una segnalazione di qualche annuncio sospetto.

Del ‘mestiere’ se ne occupava la madre, in tutti i minimi dettagli. Le due sono di origini dominicane, e residenti a Verona: la mamma aveva affittato un appartamento a Brescia città, la accompagnava tutte le mattine in macchine per far sì che potesse offrire i suoi ‘servizi’ a pagamento.

Anche su internet, diversi annunci sui siti web di ‘settore’. In cui spesso non nascondeva l’età della figlia. Ora l’incubo è finito: la donna è stata arrestata, la giovanissima è stata affidata ad una comunità. A seguito di vari appostamenti gli agenti della Locale sono riusciti a risalire a diversi clienti, almeno una decina: saranno tutti interrogati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento