In attesa di Frontex Plus, altri 100 profughi 'sbarcano' in provincia

Il prefetto di Brescia ha incontrato i sindaci dei Comuni che dovranno ospitare circa un centinaio di profughi: da Desenzano a Salò, da Castenedolo a Idro

Centomila profughi sbarcati sulle coste italiane, e solo nelle ultime settimane. In attesa dell’annunciato ‘cambio in corsa’, l’operazione Mare Nostrum che sarà supportata da Frontex Plus, un progetto di accoglienza di livello europeo, anche la provincia di Brescia si prepara ad accogliere altri rifugiati.

Ancora risuona l’eco delle inevitabili polemiche, ma intanto la Prefettura lunedì ha convocato una decina di Comuni bresciani, con semplice criterio di distribuzione geografica: Castenedolo, Desenzano, Edolo, Gavardo, Idro, Iseo, Leno, Rovato, Salò.

I sindaci dei Comuni interessati hanno incontrato il prefetto di Brescia, Narcisa Brassesco Pace. Obiettivo è organizzarsi al meglio, trovare spazi adeguati, evitare malumori diffusi tra la popolazione. Nessuna decisione al momento è stata presa, anche perchè il preavviso per i nuovi arrivi è in pratica di poche ore. In Broletto, però, da venerdì è già stata attivata un'unità di crisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento